Ho cominciato ad apprezzare la fotografia leggendo un pensiero di Robert Doisneau “…non mi sono mai chiesto perché scattassi delle foto. In realtà la mia è una battaglia disperata contro l’idea che siamo tutti destinati a scomparire. Sono deciso ad impedire al tempo di scorrere. È pura follia…“.
Mi piacciono i dettagli, gli oggetti comuni, le contraddizioni, mi piace la spontaneità delle persone quando non sanno di essere sotto scatto, quando perdono quell’impostazione tipica della nostra cultura di facciata.