L’ultimo bicchiere

Sincerità
è versare poche gocce d’arsenico
in mezzo bicchiere d’acqua
e offrirlo alla signora Amicizia.

AMICIZIA: …perché essere amici significa proprio essere sinceri.
SINCERITÀ: Ne sei sicura? Ma chi ha il coraggio di dire veramente ciò che pensa?
AMICIZIA: Io! Io dico ciò che penso.
SINCERITÀ: Non credo.
AMICIZIA: Io non potrei esistere senza di te.
SINCERITÀ: Sei un’ingenua.
AMICIZIA: Mi fido solo di ciò che pensano i miei amici. Amicizia e sincerità sono sinonimi.
SINCERITÀ: Ma chi è che vuol sapere veramente ciò che gli altri pensano di noi stessi? A parole forse, ma quando la sincerità colpisce sempre lo stesso punto, prima o poi qualcosa cambia e il vaso si crepa. Le persone fanno la fila per mostrarsi e dimostrarsi sincere ma la verità è che…
AMICIZIA: …è che non siamo niente se non possiamo essere sinceri.
SINCERITÀ: Ti sbagli. Tutti noi viviamo cullati della speranza che gli altri abbiano una buona immagine di noi. L’amicizia è una trama tanto fitta quanto vulnerabile contro le affilate lame della sincerità.
AMICIZIA: Ma se ognuno fosse sincero non sarebbe tutto più semplice?
SINCERITÀ: Senza dubbio.
AMICIZIA: E allora?
SINCERITÀ: Allora, se ognuno di noi dicesse esattamente ciò che pensa dell’altro, senza filtri, senza rimorsi, senza temere gli inevitabili contraccolpi, beh, non vi sarebbero due soli amici sulla faccia della terra.
E adesso bevi. Tutto.